cuorenerosangueblu

cuorenerosangueblu:

Ok, è ufficiale. Cicciobomba Thohir ha deciso di non rinnovare il contratto a Cambiasso, e lo fa capire tramite una maldestra dedica paracula su instagram. Oltre che paracula è anche inesatta, tre errori uno più tragicomico dell’altro: prima dimentica la Champions League tra i trofei vinti, poi lo chiama Chucu e infine rincara la dose richiamandolo ChuChu, manco fosse un cazzo di peluche.
Ma la cosa davvero esilarante è che usa anche la parola “respect”. Beh, caro il mio cicciobomba, se TU avessi un minimo del rispetto che nutriamo noi nei confronti del Cuchu gli avresti rinnovato il contratto. Innanzitutto perchè ha ancora un’età in cui può giocare benissimo e poi perchè è da un anno intero che Cambiasso ripete “non mi interessano i soldi, mettete una cifra qualunque sul contratto e io lo firmo”. E poi vieni anche a fare il cazzone parlando di rispetto?! Ma sai dove te lo devi mettere il tuo finto rispetto?!! Moratti non lo avrebbe MAI sfanculato in maniera così squallida, MAI.
Ho accettato l’addio di Samuel (per quanto la cosa mi faccia male) e quello di Milito perchè erano nell’aria, si sapeva già che avevano intenzione di andare via, magari tornare in argentina e concludere la carriera nel loro Paese, ma questa di Cambiasso proprio non riesco a digerirla. Non me ne frega niente se questa non è la fine del rapporto tra Cuchu e l’Inter, magari lo metteranno dietro a qualche progetto del cazzo mentre lui vuole solo scendere in campo con la nostra maglia.
Forse assieme agli ultimi eroi del Triplete va via anche il concetto di Famiglia Interista. Ormai pensiamo solo ad aggiungere sponsor, che male non fanno perchè sanare i debiti è l’obiettivo principale, ma oltre ai soldi in questa squadra c’era anche il concetto di appartenenza, un concetto che Cicciobomba Thohir sta calpestando coi suoi piedini da nano tracagnotto.

Mi sa che dovremo abituarci alle sfilate di calciatori che hanno il cuore più vicino al conto in banca che alla maglia, visto come vengono trattati quelli che hanno dato la vita per questa squadra. 

Ad ogni modo, GRAZIE DI TUTTO CUCHU. Grazie per tutte le volte che hai lottato e tutte le volte che hai sofferto con noi, grazie per quella maglia di Facchetti nelle feste scudetto e nella notte di Madrid, grazie per tutte le volte che ci hai messo la faccia dopo una sconfitta, grazie per le tue lacrime di gioia e i baci alla maglia. Chi ama l’Inter non dimentica questi gesti, questo Campione, questo Uomo.

Ma soprattutto, Vaffanculo Cicciobomba dimmerda. Dalla carognata con dietrofront finale di Guarin ho ufficialmente deciso che non saresti stato il mio presidente: oggi più che mai sono convinta di aver fatto la scelta giusta. Arivaffanculo, stronzo ingrato.